sabato 15 maggio 2010

Buongiorno, devo attivare la PEC... "E cos'è l'apec?"

Questa è la risposta tipica a uno sportello delle Poste quando si cerca di attivare la Posta Elettronica Certificata.
Dal 26 aprile 2010 è possibile richiedere l'attivazione della casella personale sul sito del governo.
La saturazione del sito era oggetto di ilarità nei primi giorni, cosa abbastanza comprensibile.
Ad oggi ci sono state 194687 richieste ma ne sono state attivate solamente 53553... perché meno del 30%?
Dopo la mia richiesta di attivazione via web sono stato indirizzato su una pagina che diceva "Gentile Cliente, la sua richiesta è stata presa in carico. Il suo Codice Richiesta è il seguente: ... A breve verrà ricontattato ai recapiti da lei indicati e le saranno comunicate le indicazioni necessarie per il perfezionamento dell'attivazione."
Arrivata la mail con il codice cliente me lo memorizzo sul cellulare (perché mai dovrei stamparmi un foglio la cui unica informazione è un numero di 5 cifre?) e vado all'ufficio postale di Cornaredo.
Aspetto poco e al mio turno saluto la signora allo sportello con "Buongiorno, devo attivare la PEC".
Questa mi guarda un po' stordita e prima di rispondermi che il ferramenta è più avanti mi chiede "e cos'è l'apec?"... Spiego: lapostaelettronicacertificata...
"Ussignur! un altro con 'sta roba. Ha portato tutto vero?"
Beh il ministro in più occasioni ha detto che basta recarsi in posta con la carta d'identità... cosa altro serve?
La signora per nulla intimorita sparisce per qualche istante e poi ritorna con un esempio di un altro utente che contiene:
- il contratto in due pagine (la seconda semivuota, con un minimo di impaginazione poteva essere una sola) che mi spiega che una copia va all'utente e una rimane a loro... 4 fogli;
- la fotocopia della carta d'identità fronte e retro, 2 fogli;
- la fotocopia del codice fiscale; 1 foglio;
- una fotocopia con alcune istruzioni scritte a mano (forse da qualcuno che l'ha istruita in merito) che vengono utilizzate a mo' di checklist, spuntando la presenza delle fotocopie summenzionate, 1 foglio;
- la fotocopia dell'email che l'utente ha ricevuto dal governo, 2 fogli (uno se l'è stampato l'utente e se lo tiene, la copia rimane alle poste).
In totale fanno 10 fogli in A4...
Molto deluso mi adeguo e consegno alla signora la mia carta d'identità e il codice fiscale.
Lei sparisce nuovamente e poco dopo ritorna dicendo:
"Non riesco a entrare nel sistema... siamo completamente scollegati".
In un attimo mi sono immaginato la signora (invero un po' sovrappeso ma io dovrei tacere su tale circostanza) che cercava di infilarsi in uno stretto pertugio che dava accesso al terminale per collegarsi al governo ma non riusciva a passare...
Ma al "completamente scollegati" non ce l'ho fatta a trattenere le risate... si può essere anche solo parzialmente collegati quindi? Una donna può essere un po' incinta?
"Può tornare più tardi che magari riproviamo?"
Diciamo che il primo tentativo non è andato molto bene... magari ci riproverò quando finisco di asciugarmi le lacrime.

1 commento:

Alessandro ha detto...

A me è andata meglio m forse dipende da chi ti sei trovato davanti.... Ciao Ciao